Separazione coniugale – cod. n° 3/2017/59

Bimbo con mal di denti improvviso – cod. 2/2017/66
11 ottobre 2017
Gatto – Paura delle altezze – Cod. 4/2017/34
14 dicembre 2017
  • Codice n°  3/2017/59
  • Eleonora, Donna, 59 anni
  • Tipo di problema riferito: SEPARAZIONE CONIUGALE
  • Come è arrivato ai Fiori? Li aveva provati sulla gatta
  • Prima volta? Si Esperienze precedenti? No.
  • Altri metodi provati? Sostegno con psicologa che affianco con i Fiori
  • Farmaci? No
  • Altro che ritieni dover indicare. No
  • Storia del trattamento con i Rimedi di Bach.  Primo incontro nell’aprile 2017 seguono a distanza altri incontri, anche telefonici, a distanza di un mese ciascuno. maggio – giugno –  luglio  l’ultimo ad ottobre
  • Le parole del cliente: prostrazione, pianto tristezza immensa per la separazione dopo 30 anni di matrimonio.

Primo incontro – Rimedi: Honeysuckle, Walnut, Star of Bethlehem, Sweet chestnut, Impatiens.

Impatiens per la sua pretesa a migliorare e risolvere tutto velocemente.

 

Secondo incontro – Rimedi: Impatiens, Walnut, Honeysuckle, Beech e Larch. Mantengo Impatiens perché richiede da sé stessa, con molto lavoro personale, un risollevamento totale. Si ritrova sempre insoddisfatta ed è molto intollerante sul lavoro.

 

Terzo incontro –Rimedi: Walnut, Honeysuckle, Pine, Mimulus , Beech, Impatiens.

Incolpa sé stessa per non aver capito la situazione in tempo, si danna e ancora pretende che tutto sfumi nel nulla in un attimo; nota però come i fiori abbiamo un effetto molto positivo sul suo umore. Mimulus perché racconta di vari timori per le situazioni nuove che sta provando ( corsi, persone, uscite serali)

 

Ultimo incontro 14/10: Ha passato un’estate piuttosto piacevole, è contenta, mi dice che ha un senso di malinconia che va e che viene e che non sa spiegare. E’ un momento Mustard direi perfetto e glielo suggerisco insieme a Beech, Impatiens, Elm e Wild Rose perché in ufficio la gestione è molto faticosa: ha paura di non farcela ed è rassegnata nei confronti del personale che è impreparato ad affrontare le nuove mansioni che hanno imposto dall’alto.

 

Epilogo – Ieri sera  21/10 mi ha chiamata: dice che sta andando molto bene. Non ha più il senso di malinconia sconosciuto e nell’insieme, anche se al lavoro trova che alcune persone siano proprio incapaci non sente più quel senso di rassegnazione e semplicemente si è focalizzata su altri lati più positivi. Non ha più il timore di non farcela ma ha preso provvedimenti per far fronte alle nuove normative che sono arrivate.

E’ molto contenta dei Fiori e comincia a crederci profondamente perché ogni volta funzionano.

Inserisco il P.s. di una sua mail:

ps i fiori paiono funzionare, sto spostando l’attenzione sulla mia libertà acquisita, anziché sulla mia condizione matrimoniale perduta. Non è una strada emotivamente liscia…

Augus

 

 

 

error: Content is protected !!