Ustione da forno su mano – cod. 1/2017/50
31 luglio 2017
Separazione coniugale – cod. n° 3/2017/59
13 novembre 2017
  • codice 2/2017/66
  • Tipo di Problema riferito: Bimbo con mal di denti improvviso
  • Come é arrivato ai fiori: Li conosceva già
  • Altri metodi provati: No
  • Farmaci utilizzati: No
  • RACCONTO DELLA MAMMA – Avevamo terminato le vacanze al mare presso l’abitazione della famiglia di mio marito e stavamo intraprendendo il viaggio di ritorno verso il porto. La strada era una superstrada, molto simile alle nostre autostrade ma senza luoghi di servizio di autogrill.Negli ultimi giorni era capitato che nostro figlio Omar di 9 anni circa avesse avuto in alcuni momenti un po’ di male ai denti. Purtroppo aveva avuto una carie fra il molare e il premolare, fra un dente e l’altro che il nostro dentista non poteva curare perfettamente vista la posizione. Eravamo tranquilli perché sarebbero stati denti che avrebbe dovuto perdere, quindi, per evitare di toglierli, attendevamo cercando di curarli e mantenerglieli al meglio.

    Non era mai capitato che avesse molto male.

    Durante il viaggio (di un paio d’ore a senso unico), poco dopo l’ingresso nella superstrada, Omar accusò un forte mal di denti. Non sapevamo cosa fare per quel dolore. Non avevamo nulla a portata, tranne il Rescue Remedy. Non esitai a diluirglielo nella sua bottiglietta d’acqua, specificando che era un rimedio che lo avrebbe aiutato a sciogliere la tensione e a sentirsi meglio, conosceva bene questo rimedio per le emergenze perché era sempre da me utilizzato in ogni situazione d’allarme.

    I primi minuti si lamentò ancora, mentre cercavamo di distrarlo chiacchierando su vari argomenti, gli ricordavo ogni tanto di sorseggiare l’acqua, e così ogni volta che sentiva male, proseguì a sorseggiarla e dopo pochi minuti, direi una decina, dopo un breve silenzio lo sentii cantare… non riuscivo a credere la velocità con la quale il rimedio avesse agito sul suo stato d’animo di fastidio e dolore. Naturalmente il mattino seguente andammo subito dal dentista che lo visitò. Dopo la visita il dolore ritornò altre volte, anche forte e gli venne anche un ascesso. Quel giorno gli feci diversi impacchi mettendo in una ciotola dell’acqua fresca e come rimedi quello per l’emergenza oltre a Crab Apple e Agrimony. Omar si addormentò dopo poco gli impacchi quella sera. Anche qui il rimedio lo aiutò a rilassarsi nonostante la sua situazione. Eravamo in attesa che il gonfiore scendesse, prese comunque alcuni antibiotici e riuscimmo a riportarlo dal dentista che gli estrasse il premolare giusto in tempo, prima che ripartisse per un mese di vacanze con i nonni. Dopo l’estrazione andammo immediatamente a casa a fare tanti sciacqui con un collutorio specifico che ci consigliò il dentista ma io vi aggiunsi sempre il rimedio d’emergenza. Nel giro di quindici minuti la fuoriuscita di sangue cessò e Omar apparve in volto già più disteso e rilassato, certo sentire quel vuoto gli dava una sensazione strana, ma presto si abituò, per fortuna quello definitivo si intravedeva già e ormai presto gli scenderà. Alla sera stava già diventando tutto un ricordo passato. E dopo due giorni finalmente ripartì per le nuove vacanze con i nonni e per tutto il mese, come quelli successivi, non ebbe più alcun mal di denti.

    I  Fiori di Bach sono sempre un ottimo strumento per lavorare sul proprio stato d’animo. Quando ci sono situazioni come quella citata sopra è chiaro che il problema era specifico, nel suo caso la carie, ed è chiaro che senza una cura adeguata ai denti il dolore si ripresenta, tuttavia si rivelano sempre degli ottimi strumenti d’aiuto per questi casi di urgenza. Osservo sempre una grande velocità nel riequilibrio emozionale, il fatto che Omar si fosse messo a cantare non significò che gli cessò il dolore, perché lui continuò ad averlo e ce lo diceva, ma era comunque molto più tranquillo, non urlava più per il dolore, la carie era arrivata al nervo, dunque era davvero forte, ma nonostante ciò, grazie al rimedio lui rimase comunque più calmo e tranquillo. Ansia, panico, agitazione e nervosismo si erano sciolti come neve al sole e anche il recupero che ebbe dopo l’intervento fu sorprendente, dopo un paio d’ore era di nuovo in giardino a correre, ridere e scherzare, giocando allegro e spensierato con i suoi amici. E le sere che non riusciva ad addormentarsi, grazie agli impacchi riusciva a rilassarsi e dormire nel giro di pochissimi minuti. Addirittura durante quei giorni era lui che me li richiedeva, si rendeva conto che erano un buon sostegno.

    Non so come avrei potuto gestire altrimenti questa situazione se non avessi conosciuto i rimedi del dottor Bach, mi sento molto fortunata.

    Condivido con tutti voi questa esperienza perché reputo che i rimedi siano come una mano dal cielo che il dottor Bach ci permise di ricevere grazie al suo operato durante la sua vita. Grazie Dottor Bach!

    Cloe.

error: Content is protected !!